Per il suo funzionamento ottimale questo sito utilizza i cookies. Procedendo nella navigazione se ne accetta implicitamente l'utilizzo (Maggiori informazioni). Accetto
La Sardegna
che non ti aspetti
portale turistico per le
tue vacanze in Ogliastra
IT    EN
Ulassai e i suoi tacchi Trasparenze Ciottoli Scogliere nel comune di Baunei Arbatax - Rocce rosse Ussassai - Su Casteddu Tertenia - Coccorrocci Transumanza Santa Maria Navarrese Capra al mare Arbatax - La spiaggia Gairo - Perda Liana Osini - Nuraghe Sanu Cala GoloritzŤ L'aguglia di Cala GoloritzŤ
Ti trovi in: 

Il centro abitato sorge sulle estreme propaggini del Gennargentu, circondato dai maestosi tacchi calcarei di Porcu ‘e Ludu e di Troiscu e dal torrione di Corongiu. I tacchi d’Ogliastra sono altopiani calcarei formati dall’accumulo di detriti arenacei, calcarei e dolomitici sepolti in mari poco profondi che in seguito sono emersi. Dalla fine degli anni novanta le pareti scoscese di questi tacchi sono diventate meta di abili scalatori grtazie a due jerzesi che hanno cercato e segnalato nuove vie di esplorazione. Dall’alto della sua posizione privilegiata, il paese raggiunge con lo sguardo anche il mare, vicino al quale si estende la zona di Pelau, dove crescono rigogliosi i vitigni che danno le famose uve “cannonau”.

L’uva raccolta è interamente lavorata nella Cantina Sociale di Jerzu, un consorzio sorto negli anni cinquanta grazie alla lungimiranza di un uomo che è diventato negli anni una leggenda, il dottor Josto Miglior. Quest’ultimo ha saputo mettere a frutto la passione degli jerzesi per la lavorazione del vino (che all’epoca si faceva ancora nel cortile di casa) dando vita ad una piccola impresa. Oggi la Cantina Sociale, con i suoi 500 soci, è una struttura che, pur utilizzando i macchinari più moderni, ha mantenuto una qualità altissima nella lavorazione dei prodotti: la cura delle viti, la selezione delle uve, l’invecchiamento in botti di rovere, recentemente affiancate da barrique, hanno permesso di portare la produzione intorno ai 40.000 ettolitri di vino dal gusto e dal profumo inalterato.

È particolarmente sentita quindi la sagra del vino, che si svolge la prima domenica di agosto, in cui il vino cannonau viene fatto assaggiare accompagnato dalle specialità locali: il formaggio, le coccoi prenas (focacce con il ripieno di patate racchiuso in pasta croccante), e le coccoi ‘e tamata (focacce di zucchine, pomodori, cipolle e fiscidu, il tipico formaggio in salamoia).

Il patrimonio archeologico di Jerzu è dislocato pressoché su tutto il territorio. Nuraghi ben conservati si trovano a Pissemonti, Gessidu, Barsu e Gedili, mentre a Pelau si trova il famoso Pira ‘e Mau, dove nel 1833 un contadino trovò sei lunghe spade in bronzo.

NUMERI UTILI
Comune di Jerzu: 0782 7608
Pro Loco: 0782 71311
Farmacia: 0782 73263
Guardia medica: 0782 70170
Carabinieri: 0782 70022/760900

Allegati
Meteo live
Venerdž 15
pioggia
Libeccio
Moderato
m.12°- M.15°
Sabato 16
sole
Ponente
Moderato
m.7°- M.12°
Domenica 17
variabile
Tramontana
Moderato
m.6°- M.11°
Immagine precedente
Immagine precedente
Gallery
Sapori d'Ogliastra
Sapori d'Ogliastra
Sapori d'Ogliastra
Sapori d'Ogliastra
Sapori d'Ogliastra
Sapori d'Ogliastra
Sapori d'Ogliastra
Sapori d'Ogliastra